storiaIl liceo artistico statale Umberto Boccioni, vanta strutture di alto livello e un corpo docenti professionale ed esperto. Garantisce una formazione completa ai suoi studenti, mettendoli in grado, un volta diplomati, di affrontare al meglio il mondo del lavoro e universitario.

La storia del Liceo Artistico Boccioni o III Liceo Artistico, ha inizio 51 anni prima della sua istituzione, è infatti nel 1933 che ha inizio la costruzione del REGIO ISTITUTO NAZIONALE DEI SORDOMUTI “PRINCIPI DI PIEMONTE” attrezzatissimo per fornire istruzione ed alloggio ai ragazzi audiolesi. Poi la guerra, i bombardamenti e la ricostruzione. Nel 1984 viene fondato il 3° liceo artistico, precedentemente era una sede distaccata del 1° Liceo Artistico in via Panizza 5 a Milano. Nel 1981 il 3° liceo viene spostato in via Albani 4 dove era ancora attiva la scuola per sordomuti con pochissimi iscritti e un scuola materna. Le condizioni della struttura erano fatiscenti, e lo spazio dedicato agli oltre quattrocento studenti era ridottissimo. Con l’avvento dell’anno scolastico 1985/86 inizia un periodo di lotta per il 2° e 3° liceo artistico. Il 3° liceo artistico ottiene finalmente altri spazi dall’istituto dei sordomuti, ufficializzando l’ingresso in piazza Arduino 4. Nel 1987 viene istituita la sede distaccata di Arese e nel 1988 viene dedicato il Liceo all’artista Umberto Boccioni. Ma tornando al 1987. Lo spazio c’è ma manca la palestra. Dopo sette anni partono i lavori, vengono interrotti, e riavviati e l’otto giugno 1999 finalmente si inaugura il PALAZZETTO DELLO SPORT, attuale palestra del Liceo Boccioni.

Shares
Share This